Asalift: con Zaino Motore per passare dal diesel all'elettrico

Asalift: con Zaino Motore per passare dal diesel all'elettrico

Zaino Motore, nato da un'idea di Roberto Ferramola e brevettato da Asalift, è una novità sostenibile per le serie compatte di modelli da cantiere e industriali. Per la realizzazione dello zaino hanno contribuito in maniera determinante Luigi, Marino e Virginio Ferramola.

Zaino Motore è un modulo flessibile e applicabile su qualsiasi tipo di miniescavatore nuovo o usato, un motore elettrico trifase dotato di elettropompa che consente alla macchina di passare dall'alimentazione diesel a quella elettrica. Pensato inizialmente per i miniescavatori da 1,2 a 2 ton, ideali per i lavori in aree interne, Zaino Motore potrebbe nei prossimi anni essere applicato anche ad altre tipologie di macchine.

L'installazione flessibile è il vantaggio principale di Zaino Motore dato che può essere insediato direttamente nella parte posteriore della cabina o del canopy. Agile e rapido nella messa in opera Zaino Motore è anche universale nell'adattarsi ai miniescavatori di qualsiasi marchio. Zaino Motore non necessita di ricarica ed ha un'autonomia di lavoro di 24 ore.

 

Zaino Motore, montato su un miniescavatore Asalift, è già stato testato con successo in area interna nel restauro della Chiesa di Santa Maria Maggiore a Mirandola (MO). Zaino Motore è già stato installato su miniescavatori Yanmar e Kubota in Italia e Spagna

Zero emissioni e bassa rumorosità sono i due vantaggi più importanti che Zaino Motore ha dalla sua parte e che ne fanno un valido alleato per il rispetto dell'ambiente.

La scommessa dell'ideatore è quella di raggiungere un'importante rete distributiva contando sulla grande opportunità per le flotte noleggio.

 

 

Di seguito alcuni usi suggeriti per mini escavatori dotati di ZainoMotore:

• all'interno di capannoni industriali in qualsiasi settore merceologico;

• all'interno di qualsiasi tipo di immobile;

• in stazioni ferroviarie e stazioni di autobus;

• in linee metropolitane;

• nei centri storici;

• in ospedali;

• in scuole;

• in palazzi e monumenti storici;

• in gallerie e miniere

• in altri luoghi dove non sia permesso l'inquinamento dell'aria e l'inquinamento acustico.