Case: le nuove pale gommate Serie G a Intermat 2018

Nuove pale Case: Specialiste nella gestione rifiuti

Case Construction Equipment ha presentato a Intermat 2018 due nuove pale gommate sviluppate per il settore del riciclaggio dei rifiuti e del compost: le 821G e 921G “Waste Handler”.

I due modelli condividono l'elevato comfort, la massima protezione per l'operatore e la visibilità ottimale che contraddistinguono la Serie G, sono alimentati da efficienti motori diesel EU Stage IV/Tier 4 Final, sviluppati internamente, che erogano rispettivamente 230 CV e 255 CV e sono caratterizzati da soluzioni esclusive che soddisfano perfettamente le esigenze delle imprese operanti nel settore dei rifiuti e del riciclo.
La cabina dei due modelli “Waste Handler” offre un'eccellente visibilità grazie al parabrezza ricurvo monoblocco. Gli operatori potranno godere del massimo comfort grazie ai comandi montati sul sedile, al sedile premium e alla disposizione intuitiva dei comandi, nonché al basso livello di rumorosità e vibrazioni della cabina montata su quattro sospensioni viscostatiche. L'efficace pressurizzazione assicura che tutta l'aria che entra nella cabina venga pulita e purificata attraverso un sistema di filtri a carboni attivi a due stadi. 

Il motore: un design esclusivo
La disposizione del motore, montato posteriormente, esclusiva delle pale gommate Case, si traduce in una migliore distribuzione del peso che consente un maggiore carico utile alla benna. Questo approccio ha anche il vantaggio di consentire l'accesso ai principali punti di servizio direttamente da terra, per una maggiore sicurezza durante le operazioni di manutenzione. I nuovi modelli sono dotati dell'esclusiva tecnologia Hi-eSCR Case EU Stage IV/Tier 4 Final, che non richiede il filtro antiparticolato diesel (DPF) o il ricircolo dei gas di scarico (EGR). Ciò significa che con la soluzione Hi-eSCR l'operatore ha a disposizione tutta la potenza del motore. Inoltre, questa tecnologia estingue le scintille nei gas di scarico, in modo da rendere sicura la manipolazione di materiali infiammabili e il funzionamento negli impianti di riciclaggio dei rifiuti. La trasmissione Proshift a 5 marce e il blocco del convertitore di coppia consentono all'operatore di sfruttare appieno l'eccezionale coppia, risparmiando carburante e determinando cicli più veloci.
I due modelli sono dotati del “Cooling Cube” heavy-duty di Case. Questo esclusivo modulo di raffreddamento è caratterizzato da una disposizione dei radiatori a cubo, che consente di ottenere le massime prestazioni di raffreddamento (i radiatori ricevono aria pulita dai lati e dall'alto) e riduce la necessità di pulizia. Inoltre, quando si opera con materiali appiccicosi, è possibile utilizzare radiatori con superfici ampie per evitare ostruzioni. Questo sistema di raffreddamento è progettato per funzionare 24 ore su 24, offrendo le massime prestazioni nelle condizioni estreme degli impianti di riciclaggio.

Protezioni di serie
Le nuove pale gommate “Waste Handler” sono disponibili con un pacchetto completo di protezioni disponibile da fabbrica che proteggono la macchina e prevengono l'accumulo di materiale. Protezioni inferiori anteriori e posteriori, protezioni sull'articolazione e per i cilindri di sollevamento e i tubi flessibili, per l'assale anteriore, la trasmissione, il serbatoio, il parabrezza e per i fari di lavoro oltre agli espulsori di detriti dal telaio anteriore.
"I clienti del settore della gestione dei rifiuti vogliono il meglio in termini di costo totale di proprietà, tempi operativi, sicurezza e soddisfazione degli operatori", ha dichiarato Alain de Nanteuil, responsabile di prodotto Case Construction Equipment. "Tutto questo sarà possibile con i nuovi modelli Serie G “Waste Handler” grazie al design robusto ed efficiente del gruppo propulsore, al pacchetto di protezione dai rifiuti, alla nuova cabina e, naturalmente, grazie alla nostra rete di concessionari professionali. Non sorprende che la presenza di Case stia crescendo nelle flotte dei principali operatori nel settore della gestione dei rifiuti".