DELIVER: il 5 e 6 giugno a Lisbona l'appuntamento-clou della e-logistics

DELIVER: il 5 e 6 giugno a Lisbona l'appuntamento-clou della e-logistics

Mercoledì 5 e giovedì 6 giugno si svolgerà a Lisbona la quarta edizione di DELIVER, l'appuntamento internazionale dedicato alla “e-logistics”, ovvero la logistica declinata secondo gli ultimi sviluppi della tecnologia digitale.

I diversi modi di utilizzare l'Intelligenza Artificiale in questo settore saranno illustrati attraverso un panel di interventi davvero prestigiosi, che vedrà sfilare sul palco di DELIVER i big del mercato e le più interessanti novità della scena europea, statunitense ed asiatica.

Alibaba, Accenture, Capgemini, PwC e Rakuten sono solo alcuni dei grandi brand che sfileranno sul palco della kermesse lusitana.

LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLE CONFERENZE

OnSite sarà presente all'evento, per il quale sono ancora disponibili degli inviti gratuiti per i decision maker delle aziende di rilievo, che si registreranno A QUESTO LINK

Decisamente prestigiosa anche LA LISTA DI MEDIA E ASSOCIAZIONI che partecipano all'evento come partner.

Abbiamo intervistato Stephane Tomczak, fondatore e CEO di DELIVER, per scoprire i dettagli di questo evento, che riunirà oltre 1.000 decision maker di 44 Paesi: “Sono entusiasta di dare il benvenuto ai partecipanti di quello che è diventato già il più grande e più frequentato raduno della vendita al dettaglio in Europa. Questa quarta edizione sarà di grande ispirazione per tutto il settore e rappresenterà lo stato dell'arte della tecnologia per il Log Tech & Retail”, ha esordito.

Quali saranno le novità più importanti dell'edizione 2019 di DELIVER?

“L'appuntamento di quest'anno segna una notevole crescita rispetto alle precedenti, a cominciare dal numero di espositori. L'evoluzione di questo settore, nel quale lavoro ormai da 15 anni, è sempre stata costante. Lo sviluppo della tecnologia e, in particolare dell'intelligenza artificiale, sta permettendo alle aziende di massimizzare le proprie performance riducendo al minimo ai costi e, quindi, dando loro una forte spinta. Lavorare in modo più veloce ed economico è l'obiettivo di tutti e ogni passo che si compie in quella direzione rappresenta un successo tangibile".

Quali sono stati i fattori che hanno portato DELIVER ad assumere un ruolo da leader tra gli eventi dedicati alla logistica?

"In effetti stiamo crescendo parecchio, seppure si parli di una nicchia. Lo stiamo facendo attraverso la costruzione di una comunità a livello europeo, che interseca le diverse realtà del retail (compreso l'e-commerce) e della logistica. Stiamo sostenendo questa crescita attraverso investimenti importanti e soprattutto puntando molto sulla qualità, come si vede dal livello degli speaker che partecipano alle nostre conferenze. Il programma dell'evento di Lisbona alterna dibattiti a situazioni più pratiche: lavoriamo molto sull'aspetto dei contenuti ed è per questo che i business leader amano partecipare a DELIVER".

Il settore della logistica pare distinguersi anche per la sua immunità alla crisi economica che ha affossato molti altri mercati. Ce lo conferma?

"E' vero: nel nostro settore specifico non si può nemmeno parlare di una vera e propria crisi. Anche dopo il 2008, quando per altre tipologie di business sono iniziati momenti veramente duri, noi abbiamo continuato a crescere e svilupparci. Ovviamente non siamo rimasti insensibili al fatto che diverse aziende nostre partner hanno dovuto chiudere i battenti a causa della crisi, ma nel nostro caso la riduzione dei volumi è stata davvero molto modesta, grazie anche alla particolare struttura del nostro settore, quindi davvero non possiamo parlare di crisi".

Quali sono, dal suo punto di vista, i punti di forza e di debolezza del mercato italiano?

"Non sono esattamente un esperto del vostro mercato specifico, ma certamente riconosco l'alto livello qualitativo delle vostre aziende e sto anche notando che diverse start-up molto interessanti negli ultimi tempi arrivano proprio dall'Italia. Non è d'altronde un mistero che sul piano della meccanizzazione siate un Paese davvero notevole. Anche se nel programma di DELIVER 2019 non ci sono speaker italiani, ci sono comunque diverse aziende del vostro Paese tra gli espositori. Cito ad esempio CMC Machinery, che fornisce macchine anche ad Amazon e che anno dopo anno riscuote sempre maggiore successo. Non trattandosi di macchine a poco prezzo, è indubbio che la loro affermazione si basi sulla qualità. Ci saranno inoltre diversi venditori italiani, di vari comparti e molti anche facenti parte di delegazioni internazionali e/o di aziende multinazionali. Il mercato italiano è certamente molto importante e intendiamo relazionarci con esso a tutti i livelli. Spero davvero che i vostri decision maker aderiscano al nostro invito, perché saremmo felici di ospitarli a Lisbona".

LEGGI LA LISTA COMPLETA DELLE AZIENDE PRESENTI