Dieci porta l'innovazione a Intermat

Le novità DIeci a Intermat

Dieci sarà presente all'Intermat di Parigi con i migliori modelli della sua gamma di elevatori telescopici e macchine per il settore edile, fra cui gli Hercules 120.10, Pegasus 40.18 e 45.30, l'autobetoniera L4700, i telescopici Samson 65.8, Zeus 38.10, Runner 40.13, Icarus 40.17 e Apollo. Due importanti novità vedranno inoltre la luce sul palcoscenico parigino per la prima volta: l'Icarus 50.18 e il Pegasus 50.26. Il primo è scaturito da un'esigenza ben precisa, aumentare capacità ed altezza di sollevamento della gamma dei telescopici fissi arrivando a 5 tonnellate e 18 metri; obiettivi perfettamente centrati dall' Icarus 50.18, che utilizza il vano motore già sviluppato per la famiglia Agrifarmer Stage 4 con motore Kubota da 85.1 kW disposto longitudinalmente con impianto di trattamento dei gas di scarico composto da DOC+DPF+SCR, il gruppo cabina sviluppato con Giugiaro Design ed i serbatoi già utilizzati nella famiglia Agrimax Stage 4, il gruppo braccio è derivato da quello della performante famiglia Pegasus. La trasmissione è idrostatica a controllo completamente elettronico con software di controllo sviluppato interamente all'interno dall'R&D di Dieci: questo ha permesso di ottenere funzionalità avanzate di gestione di braccio, veicolo, motore Diesel, trasmissione e trattamento dei gas di scarico che garantiscono bassi consumi, elevata efficienza, ottimizzazione dei rendimenti, massima sicurezza in ogni condizione di utilizzo della macchina.
Per quanto riguarda il Pegasus 50.26, il nuovo modello si inserisce nella gamma Dieci a più elevato contenuto tecnologicoAnche in questo caso, per cercare di soddisfare le esigenze dei clienti l'azienda ha deciso di aumentare la gamma sviluppando un modello con altezza di sollevamento di 26 metri abbinandolo ai nuovi motori Stage 4/Tier4 final a gestione elettronica conformi alle nuove direttive europee e americane che dettano i limiti di emissioni di gas inquinanti. La trasmissione è totalmente nuova, idrostatica a controllo elettronico che permette di spingere la macchina a 40 km/h sempre in condizioni di sicurezza e controllo preciso nei movimenti di traslazione a bassa velocità. E' combinata con un comando Inching a pedale separato anch'esso elettronico ed un cambio meccanico servocomandato a 2 marce: una di lavoro ed una di trasferimento.

Maggiori approfondimenti sui nuovi modelli sul prossimo numero di OnSite Lift