Genie celebra i 20 anni in Cina

I vent'anni "cinesi" di Genie

A due decenni dall'ingresso nei mercati del sollevamento aereo cinesi e nella regione della Grande Cina, quest'anno Genie, il brand della Divisione Piattaforme aeree di Terex (AWP), celebra il suo ventesimo anno di "sicurezza ed efficienza" presso il suo polo di produzione a Changzhou, Cina. A dimostrazione del successo della strategia di Terex focalizzata sulla razionalizzazione della presenza produttiva dell'azienda a supporto della domanda globale e delle esigenze del mercato locale, sostenuta da 20 anni di esperienza ed investimento, oggi Genie è il marchio leader per le piattaforme di lavoro aereo costruite in Cina. E per i clienti Europei, proprio perché si tratta di un impianto di produzione all'avanguardia, lo stabilimento di Changzhou unisce i benefici degli elevati standard qualitativi a tempi di realizzazione e consegna più brevi delle piattaforme a braccio telescopico e a forbice Genie costruite in Cina per i mercati di Europa, Medio Oriente, Africa e Russia (EMEAR). I modelli costruiti in Cina per la regione EMEAR comprendono in particolare le piattaforme a braccio telescopico Genie SX-105 XC e SX-125 XC, le piattaforme a forbice Genie GS-1532, GS-1932, GS-4047, e la gamma delle piattaforme a forbice fuoristrada a grande cesta Genie GS-3390 RT, GS-4390 RT e GS-5390 RT.

"È stato un processo lungo, costante, e l'elevato standard che abbiamo raggiunto in Cina dimostra che la nostra strategia ha portato a giusti risultati", ha dichiarato Joe George, Direttore Generale di Terex GmbH. "Oggi, il nostro stabilimento di Changzhou utilizza gli stessi sistemi standardizzati di qualità e processi di pre-consegna usati presso le nostre altre sedi e produce quaranta diversi modelli di piattaforme Genie. Oltre a intensificare la produzione globale per soddisfare più rapidamente la domanda del mercato, il nostro stabilimento in Cina è anche altamente flessibile e orientato al cliente. Di conseguenza, i clienti possono contare su una veloce reazione alle loro richieste, di ridotti tempi di consegna e della stessa elevata qualità per cui i prodotti Genie sono conosciuti, sia che essi provengano da Changzhou in Cina, da Redmond negli Stati Uniti, o da Umbertide in Italia. Solo la sigla nella targhetta di immatricolazione è diversa. Infatti, mentre stiamo ri-organizzando Umbertide affinché diventi centro europeo di eccellenza per i bracci e utilizzando il nostro stabilimento di Redmond per concentrarci sulla risposta alla forte domanda locale del Nord America, è importante sapere che possiamo contare sulla flessibilità e capacità di Changzhou per garantire la stessa qualità dei prodotti Genie, tempi di consegna e spedizione reattivi, a supporto delle specifiche esigenze dei clienti europei”. 

"Parlando francamente, siamo rimasti un po' scettici quando abbiamo sentito che avremmo ricevuto macchine da Changzhou, ma con Genie 'Made in China' è una storia diversa," ha affermato Remko Jonkergouw, Responsabile Vendite di HDW, Paesi Bassi. "Sicuramente la loro esperienza è stata di grande vantaggio. Dopo aver ricevuto i nostri primi modelli prodotti in Cina un paio di anni fa, era chiaro che il livello di qualità era perfettamente in linea con gli alti standard che ci aspettiamo. Non solo, troviamo che il team di gestione della produzione in Cina sia fortemente orientato al cliente. Hanno davvero ascoltato i commenti dei nostri tecnici e attuato rapidamente dei miglioramenti. Nel mercato competitivo in cui ci troviamo ad operare, questo è proprio ciò di cui i nostri clienti hanno bisogno per mantenere la loro fiducia nel marchio Genie". 

Espen Johannessen, CEO di Hybeko, Norvegia, ha aggiunto: "Quando Genie ci ha detto che stavano trasferendo parte della loro produzione in Cina, inizialmente eravamo un po' incerti ma in seguito siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Nel complesso, siamo più che soddisfatti della qualità di tutti i modelli che provengono dalla fabbrica di Changzhou. Vorrei anche aggiungere che per quanto riguarda le piattaforme a forbice, questa è probabilmente la migliore qualità che abbiamo mai avuto". 

Vent'anni fa, il mercato dell'accesso aereo in Cina era dominato dalle impalcature e le persone ne dipendevano fortemente per pulizie, installazioni di apparecchiature, installazioni di materiali ignifughi e applicazioni nei cantieri.  Le imprese edili si erano abituate a incidenti durante le fasi di costruzione, inefficienza e bassi rendimenti economici. Ad esempio, per montare un'impalcatura servivano almeno quattro operatori, ma a quei tempi, il costo era ancora più basso del noleggio di una piattaforma aerea a causa del basso costo del lavoro. Nonostante le difficili condizioni del mercato, Genie è entrata in Cina nel 1996. Il primo progetto ufficiale che ha visto l'uso delle piattaforme aeree Genie nel mercato cinese è stato la costruzione di un bacino di carenaggio a Beihai, Cina. Il modo sicuro ed efficiente di operare con le attrezzature aeree ha presentato una nuova aggiornata modalità di lavoro per l'industria cantieristica navale cinese, che storicamente contava solo sulle impalcature. Il successo del progetto ha portato a enormi cambiamenti del mercato. Per esempio, il cantiere navale Beihai ha acquistato oltre un centinaio di macchine Genie. L'industria cantieristica navale è quindi servita a Genie come "chiave" per aprire la porta del mercato del sollevamento aereo cinese.

Nel marzo 2011, Genie ha ufficialmente inaugurato lo stabilimento Terex AWP di Changzhou. Questa sede ha portato nel mercato cinese la produzione industriale locale, la distribuzione dei ricambi e un centro di servizi, rappresentando un passo importante per l'azienda nella realizzazione della sua nuova strategia di sviluppo a sostegno del mercato locale. Nel giugno 2016, Genie inaugurato la seconda parte dello stabilimento. Attualmente la fabbrica produce 40 modelli di piattaforme Genie, una delle più complete linee di produzione di piattaforme aeree in Cina per un singolo produttore, consolidando ulteriormente la posizione dell'azienda nel mercato cinese.

Questi 20 anni che hanno portato allo sviluppo del mercato aereo e alla realizzazione dello stabilimento di Changzhou, sono stati un percorso significativo per lo sviluppo dell'azienda e per l'espansione nel mercato Cinese. "Passando dai pochi impiegati dell'ufficio di Shanghai nel 1998, ai più di 600 impiegati e addetti a servizio dei clienti cinesi oggi, la Cina è stata una chiave per il successo di Genie nei mercati emergenti. Sono convinto che con il tempo la Cina diventerà uno dei più grandi mercati del mondo per il sollevamento aereo", ha dichiarato Zhu Ximing, Direttore Generale Genie per la Grande Cina. "Come produttore leader di piattaforme aeree in Cina, Genie continuerà a sviluppare e promuovere la produzione, nonché a istruire gli utenti sui vantaggi dell'utilizzo delle piattaforme aeree per la sicurezza del lavoro in quota. Genie continuerà anche a portare avanti la sua filosofia orientata al cliente e a lavorare per trovare nuove soluzioni e opportunità che aiutino i clienti, aumentando il ritorno sul capitale investito nel noleggio (rROIC)".