• Home
  • Notizie
  • Edilizia
  • Hannover Messe 2020: il tema conduttore è la "Trasformazione Industriale"

Hannover Messe 2020: il tema conduttore è la "Trasformazione Industriale"

Hannover Messe 2020: il tema conduttore è la "Trasformazione Industriale"

Hannover Messe 2020: il tema conduttore della “Trasformazione Industriale” traccia la via del futuro in tempi di incertezza economica e politica

Con il tema conduttore della “Trasformazione Industriale” e con la presenza di circa 5.500 espositori, la più importante fiera mondiale dell'industria farà luce sulle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, dal mutato profilo della domanda e dalla crescente sensibilità alle problematiche ambientali.

L'industria mondiale sta attraversando un periodo di profondo cambiamento, trainato soprattutto dalle mega-tendenze della digitalizzazione, dell'individualizzazione e della tutela ambientale.

E contemporaneamente deve affrontare anche un difficile contesto economico e politico.

“Stiamo per addentrarci in un'epoca di mutamenti come da tempo non ne vedevamo”, dice Jochen Köckler, CEO di Deutsche Messe. “In questa fase, Hannover Messe è più importante che mai, perché è la sola piattaforma fieristica che dedichi tanta attenzione al processo della trasformazione industriale nella sua completezza, accompagnandone l'evoluzione. Grazie alla varietà e alla competenza dei suoi espositori, attivi in più ambiti, Hannover Messe, guiderà il cambiamento in atto e darà preziosi impulsi per la creazione di un'industria sempre più integrata a livello digitale e globale.”

Le aziende del settore industriale devono far fronte oggi a esigenze e sfide molto diverse anche rispetto a pochi anni fa. La loro domanda è cambiata. Il mondo della ricerca e dello sviluppo e i fornitori di tecnologie per la produzione, per la logistica e per l'approvvigionamento energetico devono necessariamente tenerne conto. Devono prendere il controllo del cambiamento. Questo significa investire in Industria 4.0, in Logistica 4.0 e nell'intelligenza artificiale, ma anche nel 5G, nella produzione ecologica, nelle soluzioni di costruzione leggera e nelle tecnologie di trazione elettrica. 

L'offerta di queste tecnologie e l'attenzione alla “Trasformazione Industriale” faranno di Hannover Messe la piattaforma perfetta per gli espositori dell'industria.

“Le aziende che producono macchine e impianti vogliono poter proporre a un pubblico internazionale le loro soluzioni per un ambiente produttivo digitalmente integrato spaziando lungo l'intera catena del valore: dall'approvvigionamento dei materiali alla produzione e alla logistica, all'approvvigionamento energetico, ai nuovi canali di vendita su piattaforme. In contemporanea, però, queste stesse aziende vogliono anche raccogliere suggerimenti per il processo di trasformazione che riguarda le loro proprie attività. Hannover Messe risponde ad entrambe le esigenze: è un punto d'incontro davvero unico nel suo genere e traccia la via del futuro”, afferma Thilo Brodtmann, Direttore Generale dell'Associazione dei costruttori tedeschi di macchine e impianti (VDMA). 

Manager industriali, ingegneri addetti allo sviluppo e alla progettazione, direttori di produzione, della logistica e dell'IT, direttori della supply chain e direttori energetici possono trovare ad Hannover Messe tutte le tecnologie di cui hanno bisogno per mantenere la loro azienda competitiva e il loro modello di business a prova di futuro: da componenti singoli a sistemi completi, a ecosistemi digitali.

Tra le circa 5.500 aziende espositrici attese ad Hannover Messe 2020 figurano nomi quali ABB, Amazon Web Services, Arburg, Beckhoff, Bosch Rexroth, Cisco, Dematic, Endress+Hauser, Festo, Fraunhofer, Harting, IBG, IBM, ifm, igus, Kawasaki, Knapp, Lapp, Lenze, Microsoft, Mitsubishi, Phoenix Contact, Pepperl+Fuchs, Rittal, SAP, Schaeffler, Schneider Electric, Schunk, SEW-EURODRIVE, SICK, Siemens, Software AG, Still, Toyota Materials Handling, Wago, Weidmüller e Yaskawa.

“Il settore industriale è rappresentato ad Hannover Messe in tutta la sua vastità. I visitatori possono così toccare con mano l'intero processo che va dallo sviluppo della produzione alla produzione, ai nuovi modelli di business data-driven. Questa visione completa è fondamentale, perché la transizione alla fabbrica intelligente non potrà avvenire senza la stretta integrazione tra produzione e logistica,” conclude Köckler.