I martelli Indeco per il raddoppio della linea ferroviaria Bari-Taranto

I martelli Indeco per il raddoppio della linea ferroviaria Bari-Taranto

Un HP 9000, due HP 7000 e l'aiuto finale di un HP 18000: i martelli demolitori idraulici Indeco completano un imponente scavo nei tempi previsti per il raddoppio della linea ferroviaria Bari-Taranto.

I martelli demolitori Indeco sono stati utilizzati in un imponente scavo per la formazione della sede ferroviaria in trincea/galleria artificiale necessaria per il raddoppio della tratta Bari S.Andrea - Bitetto (circa 10 km) sulla linea ferroviaria Bari - Taranto.

Il progetto ha l'obiettivo di collegare le due città pugliesi con una linea ad alta velocità. Il raddoppio in questione, realizzato in variante in tracciato, consentirà di eliminare sei passaggi a livello nel paese di Modugno e contribuirà a un aumento complessivo sia della capacità di traffico sia della velocità commerciale. 

I lavori di scavo, intervallati da lavori di costruzione di opere in cemento armato, sono stati affidati dalla R.F.I.SpA, società del gruppo delle Ferrovie dello Stato, alla ditta Matarrese, che li ha avviati nel 2013 e li porterà a termine entro il 2018. 

“La tratta della lunghezza complessiva di 12 km, ne prevede due sul precedente tracciato e dieci di nuova realizzazione, per i quali sono stati scavati in trincea circa un milione e mezzo di m3 di roccia calcarea", dichiara l'Ing. Giovanni Loiudice, direttore tecnico della Matarrese. "Per gli scavi sono stati utilizzati prevalentemente dei martelli Indeco, un HP 9000 e due HP 7000. Le produzioni giornaliere sono state di circa 750 m3 per l'HP 9000 e di 550 m3 per l'HP 7000 per circa 800 giorni lavoro, con il rispetto delle capacità di rendimento attese. Le prestazioni dei martelli hanno consentito di rispettare i termini contrattuali e di esecuzione degli scavi. In corrispondenza dell'intersezione con il tracciato storico è stata necessaria l'interruzione del servizio ferroviario in notturna per consentire, nel giro di 55 ore, la realizzazione della nuova tratta ferroviaria sottostante e il ripristino del binario sovrastante. In questa circostanza è stato utilizzato un martello Indeco HP 18000, che ha consentito di ridurre i tempi di scavo, completando il lavoro in sole otto ore dalle 20 previste, con una produzione oraria di circa 500 m3”.