Il ministro Costa inaugura Ecomondo, Key Energy, Sal.Ve. e DPE

Il ministro Costa inaugura Ecomondo, Key Energy, Sal.Ve. e DPE

Perché ci sia davvero un Green New Deal serve cambiare marcia, in tutto il mondo. Sarà questo il messaggio forte che partirà da oggi a venerdì 8 novembre alla Fiera di Rimini, dove Italian Exhibition Group organizza la grande piattaforma fieristica europea dedicata alla circular economy.

Occupando tutti i 129.000 m2 del quartiere, 1.300 imprese da 30 Paesi daranno vita a Ecomondo, l’'evento leader europeo della Circular e Green Economy, Key Energy il salone delle energie rinnovabili, il biennale Sal.Ve. salone del veicolo per l’ecologia. Quest’anno si aggiunge la prima edizione di DPE - Distributed Power Europe, evento dedicato alla Power Generation.

Al taglio del nastro, affidato a Sergio Costa, Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sono presenti il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, On. Riccardo Fraccaro, l’'assessore alle Politiche ambientali della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo, l’'assessore all'ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini, e il presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni.

A seguire, gli Stati Generali della Green Economy, quest'’anno dal titolo Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030 da dove scaturiranno idee e proposte per sostenere, dare forza a un cambiamento che punta al consistente taglio delle emissioni di gas serra e a rilanciare nuovo sviluppo e nuova occupazione. Il via ai lavori è affidato a Edo Ronchi, del Consiglio Nazionale della Green Economy, a cui seguiranno gli interventi di Sergio Costa, Ministro dell’'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e di Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

In programma un palinsesto di seminari internazionali a cura dei comitati scientifici guidati da Fabio Fava (Ecomondo) e Gianni Silvestrini (Key Energy), con oltre 1.000 relatori.

I focus di approfondimento

 

Tema di attualità che a Ecomondo troverà grande rilievo sarà quello relativo alla plastica, a partire da mercoledì quando è in programma un convegno dal titolo "La Strategia italiana per la plastica", a cura dell’Ufficio stampa del Ministero dell’Ambiente.

Ad avviare ufficialmente il programma di Key Energy sarà il professor Vittorio Chiesa, direttore dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, che presenterà uno studio di scenario che conterrà le previsioni future, oltre che sullo sviluppo delle energie rinnovabili, anche sul processo di riqualificazione del patrimonio immobiliare e sul trend della mobilità elettrica e sostenibile, temi decisivi per affrontare in maniera adeguata la decarbonizzazione al 2030.

Centinaia i buyers registrati sulla piattaforma digitale, dove si programmano gli incontri di business con gli operatori in visita al quartiere: ne sono attesi da 150 Paesi.


Tra i tanti meeting internazionali, da segnalare il primo Business Forum Italia - Egitto “Water, Energy, Waste, Mobility” organizzato dal Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo in partnership con l’Ambasciata d’Italia al Cairo e la Camera di Commercio Italiana in Egitto.

A Ecomondo 2019 arriverà dalla Cina una delegazione composta da 20 dirigenti di grandi imprese statali che gestiscono i sistemi e le infrastrutture di approvvigionamento idrico in alcune delle principali città dell'area economica del Delta del fiume Yangtze. Saranno presenti realtà industriali come ad esempio la Shanghai Chengtou Water Group, l'azienda con la più ampia capacità di trattamento delle acque nelle città della Cina. La missione è organizzata dalla Cooperazione Sino-Italiana per la Sostenibilità Ambientale (SICES) e dall'Università Tongji - una delle principali università della Cina, con sede a Shanghai.

Mercoledì, Italian Exhibition Group firmerà un protocollo di intesa con CAEPI-China Association of Environmental Protection Industry che organizza a Pechino la storica rassegna CIEPEC (China International Environmental Protection Exhibition and Conference).

L’incoming da tutti questi paesi ed anche le relative attività di promozione sono state realizzate grazie alla preziosa e fondamentale collaborazione con ICE e MISE, ed in particolare con il supporto dell’Ufficio Tecnologia Industriale Energia e Ambiente di ICE.