Il nuovo escavatore Doosan DX350LC-7 mette in sicurezza il Torrente But

L’impresa Mingotti T. si è rivolta a DMO per l'acquisto del nuovo escavatore cingolato Doosan DX350LC-7

Il nuovo escavatore cingolato DX350LC-7 - insieme a una flotta di macchine a marchio Doosan composta da due ulteriori escavatori cingolati, due dumper articolati e una pala gommata - sono impegnati nelle operazioni di pulizia e messa in sicurezza di 4.000 ml dell'alveo del Torrente But, immissario di sinistra del fiume Tagliamento, in provincia di Udine, compromesso in seguito alla catastrofe forestale provocata dalla "Tempesta Vaia" del 2018.

 

Si tratta del primo escavatore cingolato DX350LC "Serie 7" venduto in Italia, precisamente da DMO, importatore esclusivo Doosan e Bobcat per Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia nelle province di Milano, Cremona, Mantova, Lodi, Pavia, Varese, Monza e Brianza.

 

L'impresa Mingotti T. si è rivolta a DMO per la vendita e il noleggio delle macchine necessarie alla realizzazione dell'opera, appaltata dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Le operazioni riguardano lo sghiaiamento del torrente, dalla confluenza con il Tagliamento a Cercivento (Comuni di Sutrio, Paluzza e Cercivento), la riparazione delle opere idrauliche danneggiate dalla piena del torrente, le difese spondali e la ri-profilatura dell'alveo. Il nuovo escavatore cingolato Doosan DX350LC "Serie 7" si è dimostrato la scelta ideale per la movimentazione di 200.000 m3 di materiale arido in alveo e la posa di oltre 5.000 t di massi da scogliera per la realizzazione e riparazione delle arginature.

 

"Il DX350LC-7 rappresenta il nostro ultimo acquisto", afferma Francesco Mingotti, direttore tecnico della Mingotti T.. "Negli anni abbiamo apprezzato l'attenzione di Doosan per i consumi arrivando oggi, con il nuovo escavatore cingolato DX350LC-7 dotato di motore Doosan, a una media di 19 l/h, uno dei valori più contenuti rispetto ai competitor, a fronte di un'eccellente efficienza produttiva. Calcoli alla mano, nel cantiere in oggetto abbiamo valutato la movimentazione di circa 250 m3 in più al giorno e il risparmio di circa 38 l/giorno di carburante rispetto ad altri competitor valutati".

 

L'escavatore cingolato DX350LC-7 è il primo modello Stage V equipaggiato con l'innovativa tecnologia Doosan D-ECOPOWER che migliora la produttività, offre un controllo più regolare della macchina e riduce il consumo di carburante. Nove sensori rilevano elettronicamente la portata idraulica richiesta al momento, erogandola con precisione. Ciò assicura una maggiore efficienza rispetto ai sistemi a portata fissa costante e garantisce un risparmio sui costi e rispetto dell'ambiente. Per garantire la conformità ai requisiti antinquinamento Stage V il nuovo escavatore DX350LC-7 monta l'ultima generazione del motore diesel Doosan DL08, da 209 kW di potenza a 1.800 giri/min, che vanta emissioni basse e riduce l'impatto ambientale. I suoi gas di scarico sono purificati tramite un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR), un catalizzatore di ossidazione diesel (DOC) e il filtro antiparticolato diesel (DPF).

 

Con una potenza di 209 kW per 36 t di peso operativo, il nuovo DX350LC-5 garantisce un incremento di potenza, robustezza e tempi di attività. Braccio e bilanciere sono stati irrobustiti per sopportare forti sollecitazioni, il sottocarro presenta rulli superiori in acciaio forgiato a tempra profonda, rulli lubrificati a olio, ruote motrici trattate termicamente, catene a lunga durata lubrificate e lavorate con trattamento termico a tempra profonda. Già apprezzata per spaziosità ed ergonomia, la nuova cabina del modello DX350LC-7 migliora ulteriormente il comfort dell'operatore e facilità d'uso. Oltre al nuovo sedile, la nuova cabina offre ancora più dotazioni di serie rispetto alle altre macchine sul mercato quali l'intuitivo display touchscreen 8" e telecamere a 360° che assicurano visibilità panoramica completa attorno alla macchina.

 

DMO e Mingotti T.

L'impresa Mingotti T. Srl, attiva nel settore delle costruzioni in Friuli Venezia Giulia da tre generazioni, opera da oltre 50 anni nel movimento terra, in particolare nella protezione idraulica del territorio e nella realizzazione di infrastrutture. "Ci affidiamo a DMO da molti anni, sia per l'acquisto di macchinari che per il noleggio", afferma Francesco Mingotti. "Nella nostra flotta sono presenti diverse macchine Doosan, tra cui il nuovo escavatore DX350LC-7, tutti regolarmente manutenuti dall'officina autorizzata DMO. Anno dopo anno abbiamo acquisito fiducia nel marchio Doosan e nella DMO stessa, che si è sempre rivelata un concessionario affidabile. Particolarmente apprezzata l'efficienza dell'assistenza tecnica che per noi risulta un importante valore aggiunto".

 

DMO è una realtà nata da anni di appassionato impegno ed esperienza del fondatore Gabriele Silvagni nel settore del movimento terra. L'azienda ha creduto fin da subito nel marchio Bobcat e nelle potenzialità di un gruppo in espansione come Doosan, che oggi offre una gamma di escavatori che va da 10 a 800 q, oltre a una linea completa di pale gommate all'altezza delle esigenze del mercato e dumper articolati che sono frutto di 40 anni di esperienza. Oltre alla vendita e al noleggio, DMO offre un servizio ricambi e assistenza a tutto tondo.

 

"Sono orgoglioso di lavorare per DMO, un concessionario che ha fatto la storia del movimento terra", afferma Giulio Venturini, responsabile commerciale per il Friuli Venezia Giulia. "Grazie a un portafoglio prodotti completo, DMO riesce a soddisfare qualsiasi esigenza del cliente sia in termini di vendita che di noleggio, con un parco circolante investito per la flotta di 18 milioni di euro. E' stata per me una grande soddisfazione poter vendere a un cliente già fidelizzato il primo DX350LC-7 in Italia. La scelta di Mingotti è stata dettata proprio dalla consapevolezza della serietà e robustezza dei prodotti Doosan. Con la nuova "Serie 7" le macchine hanno davvero raggiunto un eccellente grado di affidabilità, di precisione idraulica e comfort".