• Home
  • Notizie
  • Logistica
  • Impostazione semiautomatica per i commissionatori N20 SA e N20 C SA di Linde Material Handling

Impostazione semiautomatica per i commissionatori N20 SA e N20 C SA di Linde Material Handling

Impostazione semiautomatica per i commissionatori N20 SA e N20 C SA di Linde Material Handling

La produttività nel prelievo a terra è vincolata a precisione e rapidità dell'operatore. Brevi distanze percorse in macchina o a piedi sono in grado di far risparmiare tempo e fatica, incrementando l'efficienza del processo. 

 

Ora i fornitori di servizi logistici e le catene di vendita al dettaglio possono sfruttare questo potenziale di ottimizzazione utilizzando i commissionatori semiautomatici Linde N20 SA e N20 C SA, insieme a una nuova opzione di equipaggiamento (semiautomatico) che offre due modalità di guida in cui i veicoli seguono automaticamente l'operatore o guidano in avanti.

 

Grazie a questa novità, i dipendenti vengono sollevati da attività non ad alto valore e le prestazioni di prelievo possono essere incrementate fino al 20%. L'allestimento degli ordini è un'attività ad alta intensità di lavoro, che richiede resistenza e attenzione da parte del personale di magazzino. Che sia effettuato in un negozio di bricolage, in un grossista di prodotti alimentari, in un fornitore automobilistico o in una società di logistica a contratto, non c'è una sostanziale differenza. Gran parte del processo consiste nel camminare verso gli scaffali e tornare al commissionatore. Un'attività che richiede tempo ed energia ma che, a differenza del prelievo delle merci dagli scaffali e del loro posizionamento sul portacarichi, non crea alcun valore aggiunto.

 

Anche solo pochi secondi spesi durante ogni operazione di movimentazione si sommano a un sacco di tempo perso nel corso della giornata di lavoro, e solo pochi passi, ripetuti più e più volte, aumentano la fatica degli operatori e assorbono energia che sarebbe meglio impiegare per completare il processo di prelievo senza errori. Le richieste al personale di magazzino continuano a crescere: i tassi di prelievo devono aumentare, i tassi di errore devono essere ridotti e i problemi di salute devono essere evitati.

 

In un simile scenario, il processo di picking offre un grande potenziale per aumentare l'efficienza complessiva della logistica di magazzino - un potenziale di ottimizzazione che ora può essere sfruttato utilizzando l'opzione SA dei commissionatori Linde con capacità di carico fino a 2,5 t. Ciò si rende possibile perché le modalità di guida semiautomatica mirano a ridurre significativamente le distanze di viaggio e di cammino durante il prelievo degli ordini nelle corsie. Allo stesso tempo non è più necessario salire e scendere costantemente dal veicolo, il che riduce il rischio di incidenti. Un processo che ha quindi effetti positivi sia sulle prestazioni di movimentazione che sulla produttività del magazzino.

 

Uno dei processi più comuni che hanno luogo nei magazzini dotati di scaffalature alte è quello del picking su un lato. L'operatore cammina avanti e indietro lungo il corridoio e la sua attività viene supportata dalla funzione semiautomatica "follow-me" del veicolo di accompagnamento. Se l'operatore si ferma, anche il veicolo si ferma, permettendogli di posizionare la merce direttamente dallo scaffale sul pallet. Se l'operatore continua a camminare, anche il carrello continua ad avanzare. In tal modo l'operatore si muove lungo la scaffalatura e raccoglie la merce senza dover continuamente andare avanti e tornare indietro. Il movimento in avanti è innescato dal passaggio dell'operatore su un certo punto del veicolo, il cosiddetto "muro virtuale". Se il veicolo deve essere caricato da entrambi i lati, con la funzione stop-and-go il mezzo si muove al centro del corridoio a una velocità costante e viene guidato dall'operatore attraverso un telecomando, che può essere indossato su una cintura. L'operatore può così camminare avanti e indietro, dietro il veicolo, tra i bordi delle scaffalature per prelevare o posizionare la merce.

 

Entrambe le funzioni si basano sulla tecnologia radio a banda ultralarga e possono essere impostate con precisione centimetrica. Alla fine del corridoio il carrello si ferma automaticamente per evitare collisioni con altri veicoli. Salendo sul carrello, il dipendente può abbandonare la

modalità semiautomatica e dirigere il veicolo manualmente verso la corsia successiva.

 

Per far fronte a una delle maggiori preoccupazioni riguardo ai veicoli automatizzati (la sicurezza), Linde Material Handling ha equipaggiato i

 

suoi commissionatori N20 SA e N20 C SA con uno scanner di sicurezza ad alte prestazioni in grado di rilevare le persone e altri camion industriali nell'area circostante. Montato molto in basso sul telaio, lo scanner può individuare ostacoli imprevisti ed è quindi in grado di prevenire collisioni e incidenti. Per evitare danni alle scaffalature e dare agli operatori abbastanza spazio per le loro attività, il veicolo mantiene una distanza minima di 50 cm dalle scaffalature, ma può anche essere posizionato a una distanza maggiore all'inizio del corridoio, se lo si desidera.

 

L'allestimento semiautomatico è già stato ampiamente esaminato: i test Linde, basati su cicli di lavoro reali, hanno dimostrato che il rendimento può essere aumentato fino al 20% rispetto al prelievo manuale. La nuova opzione del veicolo si ripaga di solito in breve tempo grazie a percorsi più brevi, maggiore comodità operativa e quindi migliori prestazioni di picking, nonché la prevenzione di errori costosi.