JLG presenta PLE e sollevatori telescopici a basse emissioni

JLG presenta PLE e sollevatori telescopici a basse emissioni

JLG Industries Inc., azienda del gruppo Oshkosh Corporation, leader globale nella produzione di piattaforme di lavoro aeree e sollevatori telescopici, ha dichiarato il proprio impegno a produrre macchine per cantieri urbani conformi alle normative locali sulle LEZ (zone a basse emissioni).

“Da quando in centinaia di città europee sono state istituite le LEZ (zone a basse emissioni), l'utilizzo di “veicoli puliti” è diventato un obbligo più che una scelta”, afferma Jan-Willem van Wier, Senior Product Marketing Manager di JLG in EMEA. E aggiunge: “Nei centri storici affollati, dove l'inquinamento è ormai un serio problema di salute pubblica, i macchinari da cantiere devono adeguarsi ai valori più severi fissati per le LEZ”.

JLG propone tre gamme di prodotti a tecnologia di trasmissione diversa adatti all'utilizzo in città.

Elettrica

Le macchine elettriche risultano più efficienti se paragonate a quelle con trasmissione idraulica e sono per loro natura conformi a qualsiasi normativa, in quanto non producono emissioni e non fanno praticamente rumore.

La tecnologia a completa trasmissione elettrica è disponibile sui comuni macchinari di accesso, quali sollevatori a pantografo, sollevatori a braccio, sollevatori a colonna e commissionatori, tutti utilizzabili all'aperto e al chiuso su altezze che vanno dai 3.5 ai 20 metri. Qualsiasi sia l'esigenza nei processi di costruzione, montaggio e manutenzione, JLG ha una macchina elettrica pronta all'uso.

Ibrida

Grazie ai prodotti ibridi di JLG la conformità alle normative locali è assicurata, sia che si lavori su terreni difficili sia all'interno di edifici. Le prestazioni del Diesel associate a livelli di emissioni e rumore ridotti si ritrovano in due serie adatte a tutte le esigenze: i sollevatori a braccio e le piattaforme cingolate compatte. Queste ultime possono funzionare con motore elettrico a ioni di litio opzionale, con motore Diesel o mediante collegamento alla rete elettrica.

Diesel

Le alte emissioni dei motori Diesel hanno un impatto negativo sulla qualità dell'aria cittadina e sulla salute dei residenti. I filtri antiparticolato sono una delle tecnologie più efficaci nella riduzione di tali emissioni e la loro installazione nei motori Diesel rende le macchine compatibili con l'utilizzo nelle LEZ.

Così commenta Van Wier: “Motori Tier IV final (Stage IV per l'Europa), batterie a ioni di litio, pneumatici antitraccia, filtri particolati e oli biodegradabili sono solo alcune delle molte tecnologie di cui JLG dispone per rendere le proprie macchine compatibili con le varie normative ambientali. Il nostro impegno è ora quello di aumentare il livello di conformità per venire incontro alle richieste dei clienti sulla configurazione dei macchinari destinati ai cantieri cittadini”.

Esempi di tecnologie conformi alle normative urbane:

Filtri antiparticolato: riducono le emissioni e il consumo di carburante. Sono installabili anche su macchine già operative.

Motori Tier IV final (Stage IV per l'Europa): sono conformi alla normativa Euro Tier IV in materia di emissioni.

Batterie a ioni di litio: sono prive di effetto memoria, richiedono bassa manutenzione e nessuna ricarica programmata che ne prolunghi la vita.

Oli biodegradabili: in caso di fuoriuscite accidentali hanno un basso impatto ambientale.

Penumatici antitraccia: non lasciano tracce da pulire sulla pavimentazione e al tempo stesso non compromettono la capacità di carico e le prestazioni.

Basso livello di rumore: la riduzione del rumore ha un impatto positivo sulla salute di chi vive nelle aree cittadine.
  • KOMATEK

    FiereAnkara (Turchia) dal 01/05/2019 al 05/05/2019

  • MASKINEXPO

    FiereStoccolma (Svezia) dal 23/05/2019 al 25/05/2019

  • CTT

    FiereMosca (Russia) dal 04/06/2019 al 07/06/2019

  • PLANTWORX

    FiereLutterworth (Regno Unito) dal 11/06/2019 al 13/06/2019