Sonja Blanc (Sireg) vince il premio GammaDonna 2019

Sonja Blanc (Sireg) vince il premio GammaDonna 2019

Il riconoscimento è stato assegnato in occasione dell'undicesima edizione del GammaForum, quest'anno intitolato “ConneXions for Growth”. L'evento, organizzato dall'Associazione GammaDonna in collaborazione con la Commissione europea e il Ministero dello Sviluppo Economico, dal 2004 racconta l'innovazione attraverso le storie di successo di imprenditrici e giovani imprenditori, per valorizzare la loro capacità di affrontare il cambiamento e di far crescere l'economia, per incoraggiare un'evoluzione culturale del Paese, incentivando il networking fra startup, imprenditori esperti e investitori.

 

Per promuovere, in sostanza, una community virtuosa dell'innovazione applicata al business. Sonja Blanc è CEO e terza generazione di un'impresa, operante nei settori della geotecnica e dell'ingegneria civile, diventata punto di riferimento nel mondo per quanto riguarda il consolidamento del terreno prima di scavi sotterranei e il ripristino di edifici storici e costruzioni danneggiate.

 

Con oltre 50 dipendenti e un fatturato di circa 8 milioni di euro, Sireg Geotech è specializzata nella produzione di materiali termoplastici, termoindurenti e in fibre composite di vetro e carbonio. Un esempio di eccellenza industriale che, dalla Monza Brianza, ha raggiunto oltre 65 Paesi. Un esempio di forza al femminile, capace di vincere i pregiudizi di un mondo tipicamente maschile e di traghettare un gruppo industriale tradizionale verso l'innovazione, non solo dei prodotti, ma anche della gestione aziendale, sempre più collaborativa e meno piramidale.

 

Ricevere questo riconoscimento è un sogno che si realizza – ha dichiarato Sonja Blanc al GammaForum – ed è la prova che il lavoro svolto in questi anni e i risultati raggiunti sono oggettivamente un modello positivo. Con la speranza che anche i miei figli stiano imparando cosa significa fare impresa anche dalla mia testimonianza di dedizione, impegno e sacrificio quotidiano”. E ai giovani e alle donne che desiderano far impresa consiglia: “Crederci, volare alto e fare rete. Bisogna sempre puntare all'eccellenza, in tutti gli aspetti del business, e attivare reti di relazioni e sinergie. Sono questi gli ingredienti indispensabili per resistere ed emergere, facendosi riconoscere per la qualità del proprio lavoro”.

 

Oggi si parla di innovazione e spesso la si associa alle start-up e all'ecosistema che le circonda, eppure – ha commentato Valentina Parenti, co-founder di GammaDonnase è fondamentale l'iniezione di nuova linfa per il sistema produttivo, è altrettanto importante e necessario, per la salvaguardia del patrimonio imprenditoriale italiano, che siano proprio le imprese consolidate a innovare, adottando una mentalità che cavalca il cambiamento e ne fa un'arma competitiva sul mercato”.

 

Esiste in Europa una straordinaria quantità e qualità di talenti, di idee creative, di mercati potenziali e reali, che rappresentano le pre-condizioni ideali all'imprenditoria”, ha detto Massimo Gaudina, capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea. “Sfruttare pienamente questo potenziale, valorizzarlo con iniziative come il GammaForum e il Premio GammaDonna, facilitare lo sviluppo delle connessioni positive, di cui il nostro continente è ricco: è la sfida costante delle nostre economie”.

 

Favorire lo sviluppo di un ecosistema dell'innovazione inclusivo è la nostra risposta alla differenza di genere”, ha affermato Isabella Fumagalli, CEO di BNP Paribas Cardif. “Lanciando la seconda edizione dell'acceleratore al femminile MIA - Miss in Action, di BNP Paribas e Digital Magics, in un contesto d'eccellenza come GammaForum, siamo andati oltre facendo 'sistema nel sistema' per sviluppare un indotto ancora più importante a sostegno delle giovani imprenditrici”.