Wacker Neuson presenta le sue nuove piastre monodirezionali

Wacker Neuson presenta le nuove serie di piastre vibranti monodirezionali BPS e APS

La nuova serie di piastre vibranti monodirezionali di Wacker Neuson, BPS con motore a benzina e APS con azionamento a batteria, si caratterizzano per la loro maneggevolezza e facilità d'uso e, oltre alla costipazione del terreno, sono ideali per la lavorazione di superfici in asfalto. 

 

Wacker Neuson offre ai suoi clienti la libertà di scelta con i nuovi modelli delle piastre di compattazione e nel suo portafoglio dispone di tre modelli ciascuna con un motore a benzina e un motore elettrico con una forza centrifuga da 10 a 13 kN e una larghezza di base da 30 a 40 cm. Le piastre elettriche vantano le stesse prestazioni del modello convenzionale corrispondente.

 

"In qualità di esperti nella costipazione del terreno con molti anni di esperienza, offriamo ai nostri clienti nuove soluzioni per il proprio cantiere, anche nel settore delle macchine elettriche", spiega Stefan Pfetsch, amministratore delegato di Wacker Neuson Produktion GmbH a Reichertshofen, il centro di competenza per i dispositivi di compattamento all'interno di Wacker Neuson Group. "Per noi è importante essere in grado di fornire una soluzione adeguata per ogni esigenza del cliente. E riusciamo a farlo avvalendoci di un'ampia gamma di prodotti convenzionali e a batteria, con la domanda è in costante crescita. Il lavoro a zero emissioni sta acquisendo importanza, i valori limite per le emissioni di scarico stanno diventando più severi e la consapevolezza della protezione del clima sta diventando sempre più pronunciata".

 

Le nuove piastre vibranti sono adatte a tutti i tipici lavori di compattazione e in particolare alla compattazione dell'asfalto: muovere e ruotare queste piastre vibranti, soprattutto su asfalto fresco, è facile, risultando una superficie liscia e senza segni. Anche i bordi di chiusura puliti sui cordoli sono facili da realizzare grazie al profilo laterale angolare della piastra di base. Gli operatori beneficiano anche delle basse vibrazioni mano-braccio inferiori a 5 m/s², che consentono il lavoro senza fatica. Un ulteriore vantaggio: Il grande supporto della gru è robusto, quindi, è possibile anche l'utilizzo per la guida laterale, ad esempio sui cordoli. Grazie alla maniglia di guida che può essere ruotata in avanti, anche il trasporto e lo stoccaggio salvaspazio sono molto facili. 

 

I modelli hanno ciascuno una potenza di compattamento di 10, 11 e 13 kN e sono disponibili con o senza serbatoio dell'acqua. Il serbatoio dell'acqua è montato in modo permanente sul dispositivo e il coperchio incernierato con una fessura consente il riempimento dell'acqua senza l'apertura del coperchio. Lo spruzzatore garantisce una distribuzione ottimale dell'acqua per tutta la larghezza della piastra base, senza lo spreco d'acqua. Quindi la ricarica si rende meno necessaria. La struttura robusta con cuscinetti a sfera lubrificati a vita e le cinghie trapezoidali di alta qualità e quindi durevoli riducono al minimo lo sforzo di manutenzione delle piastre vibranti convenzionali BPS1030, BPS1135 e BPS1340.

 

Le piastre d batteria APS1030e, APS1135e e APS1340e sono completamente esenti da manutenzione grazie all'azionamento a batteria. Come accessori sono disponibili un set di ruote che può essere facilmente montato e un dispositivo di scorrimento per pavimentazione, che protegge le superfici sensibili della pavimentazione dai danni durante la vibrazione. 

 

"Ampliamo costantemente il nostro portafoglio a zero emissioni e ora aggiungiamo altre tre piastre vibranti nella classe di peso da 50 a 70 kg alla serie a zero emissioni esistente in modo da ampliare ulteriormente la gamma di applicazioni delle nostre attrezzature edili elettriche", aggiunge Stefan Pfetsch.

 

Le piastre a batteria funzionano con la stessa potente batteria agli ioni di litio, utilizzata in modo modulare per tutti gli altri dispositivi a batteria di Wacker Neuson. La batteria si è già dimostrata più volte valida dal 2015 e ora viene utilizzata per un totale di tre costipatori a batteria, sei piastre a batteria e un sistema vibratore interno. Dall'autunno del 2021, la batteria per attrezzature edili può essere utilizzata anche da tutti i produttori. I clienti beneficiano di una logistica di cantiere semplificata e di risparmi sui costi. Le piastre vibranti possono essere avviate semplicemente premendo un pulsante, anche a basse temperature o ad alta quota. Le piastre a batteria funzionano senza emissioni dirette di scarico, motivo per cui sono ideali per l'uso in fossati e costruzioni sotterranee, negli spazi interni e in ambienti sensibili alle emissioni. Inoltre, le piastre a batteria contribuiscono a proteggere l'operatore e l'ambiente del cantiere.