DaVinci: il futuro dei pantografi

JLG Industries Inc. lancia il sollevatore a pantografo completamente elettrico DaVinci AE1932

JLG Industries Inc. innalza l'industria dell'accesso aereo a un livello più alto grazie al lancio del sollevatore a pantografo completamente elettrico DaVinci AE1932.

 

L'assenza di elementi idraulici, per eliminare le perdite in cantiere, e l'azzeramento delle emissioni, per abbattere l'inquinamento, fanno di questo sollevatore a pantografo da 5,79 m una macchina ideale per interventi in luoghi in cui è necessario adeguarsi a norme ambientali rigorose.

 

Ogni componente del sollevatore a pantografo JLG DaVinci è ottimizzato, dai comandi al meccanismo di salita, dalla trasmissione allo sterzo, per ridurre i consumi energetici fino al 70% rispetto alle macchine tradizionali e riuscire a utilizzare un'unica batteria a ioni di litio. 

 

Il sollevatore a pantografo DaVinci AE1932 rappresenta la nuova generazione degli elettrici”, afferma Shashank Bhatia, Denior Director del comparto AWP di JLG. “Sul mercato non mancano certo macchine a batteria o elettriche, ma nessuna è priva dei meccanismi a cilindri idraulici che richiedono l'utilizzo di oli e producono le conseguenti perdite, anche dove non le si può tollerare. JLG non smette di spingersi oltre i limiti dell'innovazione per l'intero ecosistema delle costruzioni, dal noleggio al cantiere. Questo nuovo sollevatore JLG, totalmente elettrico, apre la via a nuove possibilità e applicazioni in luoghi in cui prima non si potevano usare macchine di questo tipo a causa delle perdite”. 

 

I sollevatori DaVinci sono concepiti in modo che ogni funzione (di sollevamento, trasmissione, sterzo, eccetera) possa essere connessa in modo indipendente, con riduzione di cali di tensione e latenza. Allo stesso modo, il sistema di controllo della macchina può connettersi e comunicare direttamente con ogni singola funzione. Questa completa connessione del sistema di controllo con le varie funzioni permette di inviare i dati agli operatori, ai responsabili di flotta e ai tecnici dell'assistenza tramite Bluetooth e reti telefoniche. Sono nati così nuovi strumenti operativi, come la App DaVinciGo, che fornisce informazioni in tempo reale sullo stato della macchina e permette diagnosi a distanza e aggiornamenti del software da remoto.

 

Il sistema di trasmissione totalmente elettrico del sollevatore a pantografo DaVinci a magnete permanente genera coppia e fa girare il motore. Si ritiene che il sistema a magnete permanente possa incrementare l'efficienza di un motore in media del 20-30 percento e aumentarne il ciclo di vita azzerando gli interventi di assistenza. 

 

Il controllo indipendente del sistema di sterzata del DaVinci è concepito per ridurre l'impatto degli pneumatici sul terreno, con notevole riduzione dell'usura dei copertoni e dei danni alle pavimentazioni sensibili. Grazie ai comandi intuitivi, gli operatori possono facilmente manovrare la macchina ovunque, anche in presenza di accessi ristretti o spazi ridotti, portando a termine qualsiasi lavoro venga assegnato.

 

Il sistema di sollevamento del nuovo DaVinci si basa su un attuatore elettromeccanico, che sostituisce i cilindri idraulici dei sollevatori elettrici tradizionali. L'assenza di meccanismi idraulici azzera le perdite e rende superflui i teli di contenimento. 

 

La struttura semplificata dell'AE1932 fa una notevole differenza quando si lavora in altezza”, afferma Jan-Willem van Wier, Senior Product Manager del settore Sollevatori a pantografo e verticali di JLG. “Le macchine a batteria tradizionali hanno tubi che salgono lungo il pantografo; il DaVinci, invece, non ha parti idrauliche. Ciò gli conferisce un aspetto ordinato e lo rende molto meno soggetto a manutenzione e interventi di assistenza”. 

 

Non ultimo, il sistema di sollevamento è concepito per recuperare energia durante la discesa del cestello, energia che viene rimandata alla batteria ottimizzando i tempi di utilizzo tra una carica e l'altra. 

 

I sollevatori a pantografo DaVinci possono essere ricaricati in sole 3,5 ore: il loro utilizzo nell'arco della giornata risulta così ottimizzato rispetto alle macchine tradizionali, che richiedono un tempo di ricarica tre volte superiore. La produttività è ulteriormente favorita dal fatto che il sistema può essere ricaricato in neanche cinque minuti per spostarsi di 30.48 m, e avere sufficiente coppia per caricare. La batteria a ioni di litio può durare fino a dieci anni, senza necessità di sostituzioni, e non richiede manutenzione per tutto il ciclo di vita della macchina. Infine, il sollevatore DaVinci si caratterizza per un sistema di gestione batteria avanzato, che ne monitora la carica e l'utilizzo, oltre a fornire informazioni diagnostiche dettagliate sul suo stato tramite la App DavinciGo.

 

Il sollevatore a pantografo elettrico DaVinci AE1932 risponde alle esigenze di mercato in termini di prestazioni e produttività per la gamma di macchine da 5,79 m, con capacità di carico da 275 kg in interni ed esterni. Con una velocità di 6,44 km/h, si muove due volte più rapidamente dei sollevatori a pantografo tradizionali, velocizzando gli spostamenti in cantiere. Un altro punto di forza è la velocità progressiva in elevazione, una delle conquiste di JLG. Questa funzione fa rallentare l'unità man mano che sale, invece di ridurne la velocità di 0.80 km/h come nelle macchine tradizionali.

 

Il sollevatore a pantografo DaVinci ha un ingombro ridotto, pesa 1.564,89 kg e può superare pendenze del 25%. È inoltre conforme ai più recenti standard ANSI e CSA, grazie al sistema di rilevamento carico, al cancelletto a chiusura automatica e al sistema QuikFold di JLG. È compatibile con il JLG Mobile Control e può essere quindi guidato e caricato con qualsiasi dispositivo mobile iOS o Android.

 

Le caratteristiche di produttività fanno del sollevatore a pantografo DaVinci AE1932 il nuovo punto di riferimento del settore per prestazioni e manutenzione”, conclude Nunez.