Edilnoleggi è la risposta giusta per il noleggio

Edilnoleggi opera da oltre 20 anni nel settore del noleggio di macchine e attrezzature e vanta un grande numero di piattaforme Haulotte nel proprio parco mezzi

Edilnoleggi è una società specializzata nel noleggio di macchine e attrezzature per la cantieristica e l'industria, comprese le piattaforme aeree. Attiva da molti anni nel settore, si è nel tempo evoluta in sinergia con i mutamenti del mercato e delle esigenze dei clienti. Dalla sede campana oggi è attiva su tutto il territorio italiano. Conosciamo meglio questa realtà nelle parole di Pasquale Menichini, fondatore e Amministratore Unico di Edilnoleggi.

 

Può descrivere brevemente la vostra storia imprenditoriale?

"Abbiamo fondato la Edilnoleggi nel 1999, in seguito ai numerosi anni di esperienza maturati nel settore commerciale e all'intuito delle enormi potenzialità del noleggio di macchine operatrici, come alternativa alla vendita. Poi, nel 2001, quando i numeri ci hanno dato ragione, abbiamo reso più concreto l'investimento trasformandola in una S.p.A. Da allora l'azienda ha avuto un notevole sviluppo grazie anche a preziosi e proficui accordi commerciali che abbiamo raggiunto con alcune delle migliori aziende produttrici mondiali, tra cui sicuramente Haulotte".

 

Com'è strutturata la vostra organizzazione, sia dal punto di vista tecnico che commerciale?

"La società ha la sede operativa in Campania, nel comune di Casalnuovo di Napoli, a pochi chilometri dai caselli di Napoli Nord sull'A1 e di Napoli Est sull'A16, in un comprensorio che si estende su una superficie complessiva di circa 22.000 m2, ma noleggia in tutta Italia. Le macchine possono essere noleggiate tramite il nostro portale www.edilnoleggi.it compilando un semplice modulo o contattando i nostri commerciali via mail o telefonicamente. Inoltre ci si può avvalere del servizio di trasporto, facendosi consegnare le macchine direttamente sul luogo di lavoro e ritirare al termine del noleggio".

 

Qual è la dimensione e la suddivisione tipologica del vostro parco macchine a noleggio e quali sono i possibili sviluppi a breve?

"La Edilnoleggi mette a disposizione dei propri clienti un parco macchine di circa 450 unità, alle quali si aggiungono accessori e attrezzature. Le categorie principali sono: macchine movimento terra, sollevatori telescopici, piattaforme aeree e gruppi elettrogeni. Da qualche anno stiamo integrando i veicoli municipali e prossimamente partiremo con il noleggio delle autovetture".

 

Quanto pesa in percentuale l'edilizia e quanto l'industria sul vostro giro d'affari globale? Ci sono nuovi settori particolarmente dinamici?

"Il 'peso' si distribuisce abbastanza equamente tra edilizia, con il 40% sul giro d'affari globale, e l'industria con un altro 40%. Il restante 20% lo genera il segmento dei servizi. Tra i settori da quelli sopra citati, tra i più interessanti in questo periodo c'è sicuramente il settore dell'ecologia e dei servizi ambientali in genere". 

 

Svolgete attività di formazione: ce ne può parlare? 

"Abbiamo un Centro Formazione attivo dal 2009. Lo scopo primario è di offrire ai nostri clienti la possibilità di seguire corsi di formazione professionale per conduttori di macchine operatrici, macchine agricole, apparecchi e mezzi di sollevamento. I corsi sono progettati e realizzati per rispondere agli elevati standard di sicurezza europei ed in perfetta sintonia con quanto richiesto dagli obblighi legislativi e si sviluppano attraverso una parte teorica, durante la quale vengono affrontati aspetti normativi, tecnici e di comportamento, e una pratica, con l'obiettivo di fornire ai partecipanti adeguata e specifica formazione e addestramento all'utilizzo in sicurezza delle macchine operatrici".

 

Nel noleggio di macchine un ruolo fondamentale è svolto dall'assistenza tecnica: come siete organizzati in tal senso?

"Per l'efficienza delle nostre macchine, e quindi del servizio, ci avvaliamo delle Officine Mobili che offrono un tempestivo ed efficiente servizio a domicilio, reso entro 24 dalla chiamata. Inoltre, il settore ricambi è da sempre il punto di forza della nostra attività, e Haulotte, grazie all'ampia disponibilità di ricambi originali in pronta consegna e alla collaborazione diretta, ci permette di evadere gli ordini con la massima celerità, nella maggior parte dei casi entro 24 ore".

 

Come si posizionano le macchine Haulotte all'interno della vostra offerta? 

"Per quanto riguarda le piattaforme aeree, la nostra flotta è composta unicamente da macchine Haulotte. Abbiamo quasi l'intera gamma disponibile per il noleggio e, per avere una flotta sempre affidabile, sostituiamo le macchine regolarmente nel giro di qualche anno. Il nostro rapporto con Haulotte è ormai consolidato da anni. La scelta di Haulotte è scaturita da un'attenta ricerca di mercato e un'analisi approfondita sulle opportunità e sulle problematiche connesse al settore. Infatti, con una vasta gamma di prodotti e soluzioni assolutamente competitivi in grado di soddisfare le richieste della nostra clientela e un'assistenza che ci supporta e ci affianca nella manutenzione delle macchine direttamente nella nostra officina è senza dubbio il partner che più si adatta al nostro lavoro. La vasta gamma di prodotti Haulotte, assolutamente competitivi, è in grado di soddisfare sempre le richieste della nostra clientela con la soluzione più adatta. Inoltre, il recente sviluppo di piattaforme articolate completamente elettrice anche per esterni lo trovo molto interessante: penso che il futuro sia elettrico. Quindi… 'squadra vincente non si cambia!'".

 

Chiudiamo con una considerazione sulla pandemia e sulle prospettive di mercato…

"Sicuramente con la pandemia c'è stato un rallentamento delle attività di noleggio, ma siccome offriamo un servizio importante, non ci siamo potuti fermare e siamo riusciti egregiamente a superate la criticità del momento. In generale, nel 2020 l'economia italiana, a seguito della pandemia, ha subito una grossa crisi ma nonostante ciò abbiamo resistito e portato avanti con maggiore impegno il nostro lavoro aumentando le commesse e chiudendo l'anno in attivo. Oggi l'immagine è quella di un'economia e una società compresse, e non potrebbe essere altrimenti dopo così tanti mesi di epidemia, ma ricche di risorse ed energie che stanno per essere liberate. Pertanto i nostri maggiori sforzi saranno proiettati per il 2022, l'anno della ripresa".