Notizie \ Sollevamento \ Intermat 2024: una vetrina per la decarbonizzazione

Intermat 2024: una vetrina per la decarbonizzazione

21/11/2023

Pubblicato da Redazione Redazione

  • Intermat 2024: una vetrina per la decarbonizzazione

Incentrata sul tema delle basse emissioni di carbonio nel settore delle costruzioni, l'edizione 2024 di Intermat - che si terrà dal 24 al 27 aprile a Parigi - vuole rappresentare una vetrina delle eccellenze del settore verso la decarbonizzazione. Questo approccio si applicherà alla fiera parigina grazie a cinque punti espressi nel documento RSI elaborato per migliorare le prestazioni ambientali della manifestazione, per renderla più responsabile e per incoraggiare espositori e visitatori nel cambiamento grazie all’utilizzo di soluzioni innovative più sostenibili. 

 

I cinque punti del documento RSI di Intermat sono: 1) ottimizzare l'ecoprogettazione del Salone e agire a favore dell'economia circolare (la fiera s'impegna a ridurre la segnaletica e a favorire l'uso di supporti riciclati e riciclabili - documenti stampati, porta pass d’ingresso e pass d’ingresso - con un obiettivo del +20% di riciclo, nonché a utilizzare materiali ecoresponsabili per la costruzione delle aree comuni, con un obiettivo minimo del 50% dello spazio ecoprogettato, a mettere a disposizione dei distributori d'acqua self-service, a dematerializzare gli strumenti di comunicazione - planimetria interattiva, pass d’ingresso - con l'obiettivo di dimezzare la stampa di documenti, ovvero risparmiare più di 3 t di carta, e a migliorare la comunicazione nei confronti degli espositori e dei  visitatori sulle buone pratiche in termini di raccolta differenziata); 2) ridurre l'impatto ambientale del Salone (la fiera si impegna ad applicare un piano di sobrietà energetica riducendo il riscaldamento del 10% rispetto all'edizione precedente, spegnendo le apparecchiature al di fuori degli orari di apertura, sostituendo le lampadine termiche con i LED, predisponendo navette elettriche tra l'aeroporto e il quartiere fieristico e un trenino elettrico all'interno della manifestazione); 3) incoraggiare gli espositori a partecipare all'evento adottando un approccio RSI (la fiera s'impegna  a creare un trofeo per la partecipazione ecoresponsabile, a offrire stand Eco-Progettati riutilizzabili, a dare accesso a un catalogo di materiali ecoresponsabili, a condividere ordini di bicchieri, bottiglie, tazze riutilizzabili prodotti in Francia, riciclati, riciclabili e il trasporto delle forniture presso gli stand  durante l’allestimento e lo smontaggio); 4) sensibilizzare i visitatori a vivere l'evento in modo più responsabile (la fiera s'impegna  a comunicare in merito all'approccio responsabile e alle azioni sostenibili messe in atto prima della fiera, a promuovere delle buone pratiche ecosostenibili da adottare nell'ambito della partecipazione all'evento, ad avviare una partnership con Blablacar per promuovere il “car pooling”, a organizzare conferenze sui temi della RSI e a fornire un'accoglienza specifica e  dei servizi personalizzati per le persone con disabilità); 5) organizzare eventi per sostenere le performance economiche delle “community” (Intermat s'impegna a creare un'area di incontro sul tema dell'occupazione, con l'implementazione di sessioni di “job dating” per le aziende del settore edile che offrono opportunità di lavoro, per consentire loro di promuovere i loro piani di sviluppo per affrontare la carenza di manodopera, la loro politica di formazione e i posti di lavoro che possono offrire e creare partnership con le scuole per aiutare gli studenti a entrare nel mondo professionale e permettere alle aziende di incontrare giovani talenti).

Condividi ora