Nuova cabina anche sulle gru multistrada GMK a 4 e 5 assi fino a 150 t di portata

La cabina lanciata a dicembre 2020 sulle gru multistrada Grove a 3 assi viene ora aggiunta a modelli GMK a 4 e 5 assi fino a 150 t di portata

Dopo il successo riscosso sui modelli GMK3050-3, GMK3060-2 e GMK3060L-1, la cabina di nuova generazione lanciata lo scorso dicembre sulle gru multistrada Grove a 3 assi viene ora aggiunta a modelli specifici di gru GMK a 4 e 5 assi fino a 150 t di portata.

 

La nuova cabina è ora disponibile sulle gru multistrada Grove GMK4090-1, GMK4100L-2, GMK5150-1 e GMK5150L-1. Questa cabina di guida innovativa vanta un design moderno che soddisfa gli ultimi requisiti in materia di crash-test in Europa ed è approvata secondo la norma ECE R29-3. I gruisti beneficiano qui di un maggiore spazio disponibile all'interno della cabina stessa, sebbene le dimensioni complessive della gru multistrada rimangano invariate. Manitowoc ha dotato l'interno della cabina di numerosi elementi funzionali sfruttandone al massimo i 2,55 m di larghezza. Diversi pratici vani nel cruscotto, tra i sedili e integrati negli sportelli del veicolo, offrono ampio spazio per riporre oggetti vari e documenti, perfino in formato DIN A 4. Tra il sedile del conducente e quello del passeggero sono disponibili ulteriori vani portaoggetti. 

 

L'interno della cabina presenta inoltre dei porta-bevande e delle porte USB che consentono la ricarica di cellulari e altri dispositivi elettronici. La dotazione standard prevede un sedile del conducente con sospensione pneumatica e con braccioli e seduta riscaldati. Gli operatori possono agevolmente spostarsi tra il lato conducente e passeggero in quanto la consolle centrale non divide la nuova cabina. Nel complesso, l'attenta disposizione del nuovo ambiente operatore offre la sensazione di uno spazio più ampio.

 

L'intuitività e le funzioni ergonomiche a vantaggio dell'operatore sono state la nostra priorità nello sviluppo delle cabine di guida Grove di nuova generazione, perciò per il processo era essenziale comprendere le condizioni di lavoro giornaliere dell'operatore. L'operatore ha necessità di sentirsi comodo durante gli spostamenti verso e da qualsiasi cantiere”, ha spiegato Andreas Cremer, Vicepresidente del settore gestione prodotti presso Manitowoc. La 'cab2020', il prototipo delle cabine di guida Grove di nuova generazione, è stata presentata al mercato in occasione del Bauma 2019 nell'ambito di uno studio di design. Il feedback a quel punto era già estremamente positivo, tuttavia abbiamo colto l'occasione per confrontarci direttamente con i clienti e gli operatori così da integrare i loro commenti nelle fasi finali dello sviluppo della nuova cabina di guida”.

 

Il CCS (Crane Control System, Sistema di controllo gru) può essere comodamente raggiunto stando seduti al posto di guida ed è stato ergonomicamente integrato nella cabina. L'interfaccia intuitiva agevola il lavoro dell'operatore in quanto le impostazioni utente utilizzate con maggiore frequenza, quali il posizionamento in orizzontale del telaio e il blocco dell'asse, possono essere selezionati tramite il CCS. Tramite il display del CCS è inoltre possibile selezionare diverse modalità di guida in viaggio. Dal momento che tutti i display CCS offrono la stessa disposizione e navigazione nell'intera gamma di modelli GMK, per gli operatori è facile passare da una grumultistrada Grove all'altra.

 

Grazie alla nuova generazione di cabine guida Grove le gru multistrada GMK4090-1, GMK4100L-2, GMK5150-1 e GMK5150L-1 assumono una linea più moderna e offrono ai gruisti maggiore comfort negli spostamenti verso e dal cantiere.