Una perforatrice Klemm KR805-3G sul Lungarno Diaz, a Firenze

Utilizzata con successo sul Lungarno Diaz, a Firenze, una perforatrice Klemm KR805-3G

Gli ultimi scorci del 2019 per Firenze sono stati contrassegnati da una piena dell'Arno che ha prodotto molti danni lungo il suo argine sinistro, a poche centinaia di metri da uno dei simboli cittadini: Ponte Vecchio. Per ripristinare l'argine, devastato da una vera e propria voragine, è stata utilizzata una perforatrice Klemm KR805-3G, noleggiata dall'impresa vicentina CO.MA.C., la quale ha attinto al vasto parco nolo di Bauer Macchine Italia.

 

Tra gli interventi studiati, l'impresa sta realizzando un setto impermeabile al fine di consentire lo scavo in sicurezza e il ripristino di una condotta fognaria danneggiata dall'evento di piena. Il setto viene realizzato mediante l'infissione di barre autoperforanti e loro successiva iniezione e, per affrontare al meglio questa lavorazione, CO.MA.C. sta utilizzando uno speciale allestimento della perforatrice messale a disposizione da Bauer Macchine Italia: si tratta di una soluzione efficace che vede la perforatrice Klemm KR805-3G, equipaggiata con un martello kh1215, in grado di assicurare una rapida ed efficiente installazione di barre D54 fino a oltre 15 m di profondità. Ma la velocità di infissione non è il solo pregio della KR805-3G: essa, infatti, assicura un'estrema efficienza dell'unità di rotopercussione e una rilevante stabilità della macchina. Inoltre, grazie alla gestione ottimizzata EEP del sistema idraulico, i consumi risultano ridotti.

 

La perforatrice Klemm KR805-3G è alimentata da un motore diesel Volvo Penta da 129 kW, certificato secondo i più recenti standard di regolamentazione dei gas di scarico (EU stage 4 / EPA Tier 4 final). Con una larghezza di 2,3 m e un peso di circa 15 t, la Klemm assicura una notevole facilità di trasporto via container o su camion, mentre dal punto di vista operativo la sua cinematica avanzata consente una vasta gamma di possibilità di rotazione e di posizionamento dell'antenna. La tecnologia Load Sensing, il Power Sharing System brevettato e l'”EEP assist" per la gestione automatica delle pompe principali e ausiliarie collaborano per ottimizzare potenza e prestazioni in qualsiasi configurazione della macchina. La perforatrice può essere equipaggiata con radiocomando, per la gestione di tutte le funzioni e con il carosello delle aste.