Volvo Trucks rivela la tecnologia dei suoi nuovi camion elettrici

Volvo Trucks rivela la tecnologia dei suoi nuovi camion elettrici

Con i suoi modelli elettrici appena lanciati – Volvo FH, FM e FMX – Volvo Trucks è pronta per favorire un rapido cambiamento verso un settore dei trasporti più sostenibile e una sostanziale ripresa dell'elettrificazione del trasporto pesante su strada.

 

La tecnologia all'avanguardia basata su piattaforme condivise li rende i veicoli ideali per un'ampia gamma di lavori, consentendo a molte aziende di trasporto di iniziare più facilmente il loro percorso verso l'elettrificazione. Con l'inizio delle vendite di tre nuovi camion completamente elettrici – FH, FM e FMX – Volvo Trucks è ora in grado di offrire una gamma completa di sei modelli elettrici. La produzione dei nuovi camion inizierà con i trattori nella seconda metà del 2022, con gli autocarri a seguire nel 2023. I nuovi veicoli pesanti per il trasporto regionale e il settore delle costruzioni hanno una massa a pieno carico fino a 44 t, e sono disponibili in due altezze di telaio, con interasse da 3.800 a 6.700 mm, in combinazioni di 2, 3 o 4 assi. 

 

Realizzati sulla stessa piattaforma utilizzata con successo per le controparti alimentate a gasolio o a gas, i nostri nuovi camion elettrici offrono grande flessibilità e riescono a soddisfare un'ampia varietà di esigenze di trasporto”, commenta Jonas Odermalm, Vice presidente di Electromobility Product Management in Volvo Trucks.

 

Disponibili tre motori elettrici, in abbinamento con l'ormai collaudato cambio I-Shift, dotato di una modalità per il cambio di marcia ottimizzata per i motori elettrici. L'accoppiata motore elettrico-cambio I-Shift forma un'unità con potenza e guidabilità senza precedenti – potenza di 490 kW (666 CV) e coppia motrice fino a 28.000 Nm.

 

Poiché il camion parte sempre con il rapporto più alto possibile, l'efficienza energetica e il risparmio sono assicurati grazie ai cambi di marcia ridotti al minimo. Ovviamente, i rapporti più bassi sono disponibili per strade con forti pendenze o per partenze che richiedono più coppia e controllo”, spiega Jonas Odermalm.

 

Per la presa di forza sono disponibili tre opzioni per venire incontro alle esigenze dei clienti: una elettrica (40 kW), una elettromeccanica (70 kW) e una sul cambio (150 kW). Le batterie da trazione ad alta densità utilizzano l'ultima generazione di celle agli ioni di litio e verranno assemblate in un impianto di produzione Volvo. Un camion elettrico con sei pacchi di batterie è in grado di immagazzinare una capacità nominale di 540 kWh, consentendo un'autonomia fino a 300 km.

 

I camion offrono due modalità di ricarica: AC fino a 43 kW, ideale per la ricarica notturna o DC molto più veloce, fino a 250 kW, molto utile in caso di turni di guida consecutivi o per una ricarica durante la pausa pranzo, per aggiungere ulteriore autonomia. Con un caricatore DC da 250 kW, è possibile ricaricare fino all'80% della batteria in meno di 90 minuti. Oltre ai veicoli elettrici, Volvo Trucks offre un ecosistema completo di soluzioni di assistenza, manutenzione e finanziamento, concepito specificamente per consentire una transizione più fluida e veloce agli autotrasportatori.

 

Per gli autotrasportatori è importante che la transizione verso i camion elettrici sia graduale, semplice e fluida. Per diversi anni ancora le flotte saranno miste, con trasmissioni differenti, e potranno continuare a utilizzare sistemi come Dynafleet e lo stesso fornitore di servizi per tutti i loro veicoli Volvo. La trasmissione è diversa, ma il resto è molto simile, il che rende il passaggio verso i camion elettrici una mossa logica ed efficiente”, conclude Jonas Odermalm.